venerdì 28 agosto 2015

LA PREGHIERA DELL'ALPINO, IL MOVIMENTO 5 STELLE E IL CRIPTOCLERICO-FASCISMO DEL BLOG DI GRILLO-CASALEGGIO

 
"Dio onnipotente rendi forti le nostre armi contro chiunque...
 
...minacci la nostra bandiera e ...
Il 15 agosto, in una chiesetta del comune di Cison di Valmarino (Treviso), presso il Passo San Boldo, in occasione della Festa dell'Assunta, si è svolta una messa a cui, come succede da decenni, partecipano anche gruppi di Alpini. Si tratta di una delle innumerevoli feste e cerimonie religiose, con tanto di parate militari, di cui è infestata l’Italia da nord a sud: veri e propri deliri collettivi in cui la gente è convinta di parlare con uno o più esseri invisibili, che secondo costoro sono dotati di poteri magici e si troverebbero nel cielo.

Ma a celebrare questi riti magici c’è un giovane prete che, imbarazzato dal contenuto della Preghiera dell’Alpino che tutti gli anni viene letta alla fine della messa, propone alcune blande modifiche, ricevendo lo sdegnato rifiuto degli alpini. Il sacerdote quindi non legge la preghiera e per protesta gli alpini decidono di declamarla, tronfi e impettiti, fuori della chiesa.

L'oggetto del contendere è questa frase: “Dio onnipotente… rendi forti le nostre armi contro chiunque minacci la nostra Patria, la nostra Bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana.”

Il sacerdote propone di eliminare la parola "armi" e sostituire "contro" con "di fronte": “Dio onnipotente... rendici forti di fronte a chiunque minacci la nostra Patria, la nostra Bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana".

...la nostra millenaria civiltà cristiana"
Probabilmente il sacerdote è favorevole alla "modica quantità" visto che secondo lui le parole "patria, bandiera e millenaria civiltà cristiana" non costituiscono alcun problema e possono andare bene anche frasi come queste: 

La provvidenza ci ha posto a baluardo fedele delle nostre contrade, noi, purificati dal dovere pericolosamente compiuto, eleviamo l'animo a Te, o Signore, che proteggi le nostre mamme, le nostre spose, i nostri figli e fratelli lontani, e ci aiuti ad essere degni delle glorie dei nostri avi.



Una persona dotata di senno sobbalza dalla sedia nel leggere simili espressioni e quando si riprende dallo shock, viene colto da un terribile sospetto sulla matrice di questo inquietante lessico. Il sospetto diventa però una certezza quando andiamo a leggere la prima versione della Preghiera dell’Alpino:

Una delle prima versioni della Preghiera dell'Alpino:
"Proteggi, o Signore, l'amato Sovrano, il Duce nostro".
Da notare la scritta "Con approvazione ecclesiastica".
Fra pascoli e pinete sulla nuda roccia, sui ghiacciai perenni della grande cerchia delle Alpi, che la bontà Divina ci ha dato per culla e cresta e baluardo sicuro delle nostre contrade; nella torrida estate come nel gelido inverno, l’anima nostra, purificata dal dovere pericolosamente compiuto, è rivolta a Te, o Signore, che proteggi le nostre madri, le nostre spose, i nostri figli lontani e aiuti ad essere degni delle glorie dei nostri Avi. Salvaci, o Signore, dalla furia della tormenta, dall’impeto della valanga e fa che il nostro piede passi sicuro sulle creste vertiginose, sulle diritte pareti, sui crepacci insidiosi. Fa che le nostre armi siano infallibili contro chiunque osi offendere la nostra Patria, i nostri diritti, la nostra gloriosa bandiera. Proteggi, Signore, l’amato Sovrano, il nostro Duce, concedi sempre alle nostre armi il giusto premio della Vittoria”.

La preghiera, fu scritta dal Maggiore Gennaro Sora nel 1935, in una lettera alla madre su uno sgualcito foglio a quadretti, ritrovato nel 1967.

Ebbene, questa preghiera, imbevuta del peggior nazionalismo militaresco di stampo fascista e del più lugubre e retrivo lessico clericale, solleva oggi un caso mediatico nazionale, in cui la maggior parte della popolazione, dei politici e dei giornalisti difende la Preghiera dell’Alpino e grida alla censura (sic!) per la innocua modifica proposta da un sacerdote, quando in realtà questa preghiera era già stata tagliata pesantemente ed in maniera ufficiale, nel 1949, nel 1972 e dall’ordinario militare nel 1985.

Clicca qui per vedere il post originale
Insomma assistiamo allo spettacolo esilarante e farsesco in cui le gerarchie cattoliche sono, almeno in questo caso, più affrancate e illuminate delle popolazioni, dei corpi militari, dei politici e dei giornalisti odierni, il che la dice lunga sullo stato terminale della società italiana.

Ciò è confermato dal fatto che anche il blog di Grillo-Casaleggio abbia deciso, nei giorni in cui infuriava la polemica, di pubblicare la preghiera incriminata addirittura come post principale, senza accompagnarla da alcun commento, mettendo di fatto il suo sigillo su di essa.

Certo, nel blog si sono visti post ancora peggiori, ma mai in maniera così spavalda e mirata, tanto da rivelarci in maniera inequivocabile il criptoclerico-fascismo del duo Grillo-Casaleggio o meglio dello “staff” del blog, che è completamente gestito da un piccolo gruppo di dipendenti della Casaleggio Associati, tra cui il figlio Davide Casaleggio.

I componenti dello staff, che hanno ricevuto una delega piena da parte dei due fondatori, hanno un potere praticamente illimitato, sono i veri registi occulti del blog e indirettamente della linea politica del M5S:
  • decidono quali post pubblicare, quali mettere in primo piano e quali relegare nei minipost;
  • bombardano il blog di centinaia di messaggi pubblicitari al giorno, anche di grandi dimensioni, che appaiono ripetutamente in ogni porzione libera delle pagine ed in tutti i link di articoli, foto e video.
  • tramite la piattaforma Tze Tze e La Fucina, infestano le pagine del blog di decine di notizie ingannevoli, fasulle e infarcite di turpiloquio, non disdegnando tragedie, pettegolezzi e sparate di ogni tipo, tutto questo al solo scopo di dirottare i lettori dei post verso le colonne laterali che producono introiti di tipo pubblicitario.


"Di Maio SFANCULA Landini" una delle innumerevoli notizie spazzatura di Tze Tze. Accanto a post importanti
del Blog di Grillo appaiono in continuazione inserti informativi che uniscono lo stile squadrista al turpiloquio più becero.
"Di Battista sbugiarda Migliore. Che figura di MERDA". Altra perla di Tze Tze (di proprietà della Casaleggio Associati). E' incredibile come la stampa prezzolata abbia inventato le accuse più false contro il M5S e nessuno denunci quello che invece accade nel blog.
  • eliminano decine di messaggi al giorno e sospendono decine di account di lettori, iscritti e simpatizzanti critici o dubbiosi; lo staff è supportato in questa azione repressiva da una schiera nutrita e ben individuabile di utenti fidati (spesso amici, colleghi o parenti dei due capi politici), veri teppisti della rete, che hanno lo scopo di intimidire, terrorizzare e allontanare dal blog - tramite insulti, minacce, derisioni e violente aggressioni verbali - i pochi simpatizzanti o iscritti critici, che nel corso degli ultimi due anni sono praticamente spariti, grazie a questa costante azione di pulizia etnica del web.

E’ molto difficile che il M5S riesca a liberarsi da questo Grande Fratello Casaleggiano e a scardinare, anche se con strumenti e finalità puramente borghesi, il purulento sistema politico-finanziario-clericale che domina incontrastato da oltre mezzo secolo in Italia.

Ed è triste constatare come, nonostante questo micidiale limite strutturale del M5S, siano stati più efficaci due anni della loro presenza in parlamento che mezzo secolo di partiti sedicenti comunisti, in realtà comitati di parassiti con l’unico scopo di spartirsi e dilapidare, insieme alla feccia dei partiti liberal-social-democratici, la ricchezza prodotta dai lavoratori (a parte pochi nuclei di veri militanti comunisti che comunque sono stati sempre neutralizzati ed emarginati).

Questo deve indurre tutti gli autentici marxisti-leninisti a porre le basi per un nuovo partito internazionalista rivoluzionario, abbandonando le divisioni su tutte le questioni secondarie.

UAACS - Unione per l'Ateismo Antireligioso ed il Comunismo Sovietico