martedì 9 maggio 2017

MACRON: L’UTILE IDIOTA DELL’ISLAM

Ci sono personaggi peggiori di coloro che appoggiano il fascismo islamico e sono quelli che non vedono o fanno finta di non vedere la minaccia incombente sull’Europa: sono gli "utili idioti" dell’Islam ovvero gli "utili infedeli".

Allo sterminato elenco dei supporter del suicida globalismo “multiculturalista”, di solito opera di ingenui filantropi o di patentate canaglie, si è aggiunto ora il neo-presidente francese Emmanuel Macron.

Nel delirio osannante dei media italiani, nessun mezzo di comunicazione ci ha informato di come Macron sia stato in realtà ostaggio del voto islamico e addirittura largamente infiltrato da militanti della Fratellanza Musulmana, di cui avremo contezza nelle prossime elezioni legislative, facendo la conta del numero dei canditati islamici.

Emblematico il fatto che il 24 aprile l’UOIF (Union des Organisations Islamiques de France), espressione della Fratellanza Musulmana, aveva invitato tutti i musulmani a “votare contro le idee xenofobe, antisemite e razziste del Fronte Nazionale e a votare massicciamente per il signor Macron”, usando lo spauracchio Marine Le Pen (una delle tante declinazioni della dittatura del capitale) per i propri fini egemonici sull’Europa e trovandosi in piena sintonia con l’attuale establishment politico-finanziario parassitario.

Emmanuel Macron e il suo collaboratore Mohamed Saou
Inquietante infine il caso di un rappresentante del movimento politico di Macron “En Marche”, Mohamed Saou, vicino al movimento islamico “Indigenes De la Republique”, aperto sostenitore della UOIF e autore di numerose campagne "Io non sono Charlie" su Twitter e che Macron aveva definito in un fuori onda “un ragazzo molto bravo”...

UAACS - Unione per l'Ateismo Antireligioso ed il Comunismo Sovietico