mercoledì 7 giugno 2017

UNA SERATA (DA INCUBO) CON IL M5S JESI

(riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro iscritto)

Nel 2013 mi sono iscritto al M5S, per cercare di capire dall'interno questo movimento e dare un mio contributo (sono certificato dal blog di Grillo e posso partecipare alle votazioni online). A volte sono intervenuto in maniera defilata ad alcune iniziative ed eventi del M5S di Jesi, ma circa un anno fa ho deciso di partecipare, per la prima volta, ad una riunione operativa del M5S di Jesi presso la sede di via Garibaldi, dove si sarebbe discusso di diverse tematiche locali e nazionali.

Visto che la riunione era aperta (in teoria) a tutti i cittadini, mi sarei aspettato un nutrito gruppo di partecipanti, invece c’erano circa 8 persone, quasi tutti iscritti e militanti del M5S Jesi, senza  nessun “cittadino”.

Dopo pochi minuti mi sono subito reso conto che l’unica persona che sapeva cosa fare, cosa dire e come condurre una riunione era il candidato sindaco di Jesi del 2012, mentre gli altri sembravano solo opachi comprimari.

Il suo intervento è stato molto tecnico: slide, delibere, mozioni e una analisi puntuale e approfondita. Tanto sembrava alto il livello delle sue dissertazioni, quanto appariva minuto (a volte assente) il livello delle idee, delle proposte e dei ragionamenti di tutti gli altri.

L’ex candidato sindaco ha cercato per tutta la serata di coinvolgermi nella discussione, ma come si vedrà in seguito non per genuino atteggiamento di ascolto e condivisione, ma solo per saggiare il mio grado di fedeltà e di allineamento al Movimento.

Durante la discussione sul tema “Pronto Soccorso Ospedale Carlo Urbani” un fedelissimo del M5S ha iniziato a parlare come esperto di sanità (sic!), iniziando a fare discorsi sgrammaticati, confusi e pasticciati. Ma la cosa più imbarazzante è che l’ex candidato sindaco interagiva con lui come se stesse parlando con un premio nobel della medicina, forse nel disperato tentativo di farlo sembrare vagamente credibile a miei occhi. 

Inizio a provare un forte senso di disagio e delusione, perché non mi aspettato una situazione del genere. Ma in realtà il peggio doveva ancora avvenire. Alla fine del suo raffazzonato discorso,  “l’esperto di sanità” annuncia con baldanza a tutti i presenti:

“Mi raccomando, se dovete fare degli esami e al CUP vi danno un appuntamento dopo mesi, telefonatemi che ci penso io a farvi passare avanti”.

Non credo alle mie orecchie. Un moto di ira e disgusto mi assale, anche perché tutti tacciono, compreso l’ex candidato sindaco. Solo la consigliera regionale jesina, presente quella sera, abbozza un timido e poco convinto: “Queste cose non si fanno”, ma solo a causa della mia presenza ovvero di una persona esterna al gruppo, altrimenti penso che tutto sarebbe passato sotto silenzio. Devo ammettere che avrei avuto difficoltà a credere a quanto successo se qualcuno me lo avesse raccontato e non l’avessi vissuto personalmente.

Intervengo trattenendo a stento la rabbia, dicendo che mi ero iscritto al M5S proprio per non permettere più certe pratiche di raccomandazioni, abusi e prevaricazioni da parte di simili personaggi e invece me li ritrovo sbandierati senza alcuna vergogna durante un incontro formale del M5S! L’ex candidato sindaco mi dice sottovoce che comunque chi aveva pronunciato quella frase era “una brava persona”!

Non vado oltre perché avevo qualcosa di più importante da sottoporre all’attenzione dei presenti.

Infatti quando si arriva al punto “Istanze da proporre ai nostri portavoce in Regione” e visto che era presente la consigliera regionale jesina, segnalo una proposta di legge presentata in Regione dal capgruppo del M5S Giovanni Maggi.

In questa proposta (qui il video), Maggi, ci informa, come se fosse la cosa più naturale del mondo, che i consiglieri regionali percepiscono ben tre stipendi mensili: una indennità mensile di 6400 €, un rimborso spese per l’esercizio del mandato di 2700 € e fino a 1700 € di rimborsi chilometrici per trasferimenti, ovvero 10800 € lordi! Mi aspettavo una proposta degna del M5S, tipo “i consiglieri regionali percepiscono uno stipendio massimo di 2500 € tutto compreso”, invece incredibilmente questo bizzarro pentastellato di 70 anni (largo ai giovani!) se ne esci fuori con la proposta ridicola di ridurre di soli 1200 € il rimborso per l’esercizio di mandato, un vero schiaffo per tanti disoccupati, precari o operai che percepiscono stipendi che non eguagliano nemmeno i loro rimborsi chilometrici.

Riferisco che la maggior parte degli iscritti marchigiani intervenuti nella discussione sulla piattaforma Rousseau, avevano espresso giudizi indignati e negativi su tale proposta  (vedere un estratto in fondo all’articolo).

Incredibilmente la consigliera jesina cerca di giustificare la legge dicendo che aveva come scopo di ostacolare quella del PD, che i consiglieri non avrebbero accettato un taglio maggiore, che non c’erano i numeri per fare di più, che non era stata spiegata bene, e via giustificando, pronunciando anche la fatidica frase dei politici nei talk show, “dico questo poi mi taccio”, dando la netta impressione di essere entrata a pieno titolo nella “casta” dei consiglieri regionali (quella peggiore).

L’ex candidato sindaco giustifica addirittura ideologicamente gli stipendi alti degli eletti, dicendo che un politico ha grosse responsabilità, deve avere molte competenze e quindi è giusto che guadagni molto di più: grosso modo quello che dicono un Renzi, una Boldrini o un Alfano qualsiasi.

Cerco di ribattere dicendo che in questo modo si tradiscono i principi ispiratori del movimento e tutto quello che lo stesso Grillo ha detto in questo anni, ma vengo aggredito verbalmente da diversi presenti, in particolare un giovane mi apostrofa con il tipico “vaffanculo” questa volta però detto in veste di chi difende la casta. Quando chiedo all’ex candidato sindaco di fermare insulti e offese diretti, mi risponde in maniera secca e compiaciuta: “Ma questo è il linguaggio del M5S”!

Un'altra fedelissima e iscritta al M5S, nel tentativo maldestro di difendere il discorso dell’ex candidato sindaco, peggiora ancora di più la situazione dicendo: “Vedi, io sono una baby pensionata, ma va bene così perché sono in pensione da molti anni però prendo poco, quindi non faccio grandi danni alla collettività (sic!)”.

Il presunto esperto di sanità, che si era offerto di alterare le liste degli esami e delle visite per favorire i presenti, inizia ad aggredirmi verbalmente con considerazioni di tipo personale, dicendo che ero quello “comunista”, quello che non accettava lo stile di vita borghese e altre frasi del genere.

Insomma tutto il peggio che ho combattuto negli altri partiti l’ho trovato quella sera in quell’incontro.

E’ evidente che questo M5S non può essere assolutamente votato alle prossime elezioni amministrative di Jesi. E purtroppo l’unica alternativa al M5S di Jesi è l’astensione, perché tutte le altre forze in campo sono ancora più delegittimate e costituiscono un vero e proprio partito unico che risponde ai soliti interessi.

Tali episodi gettano inoltre una luce inquietante anche sul M5S nazionale, perché denotano un tasso di cinismo e spregiudicatezza notevoli, che sembrano essere tollerati se non favoriti, invece di essere pesantemente sanzionati.

Sarà difficile prendere una decisione alle prossime elezioni politiche anticipate perché il M5S restava comunque la sola e ultima possibilità per tentare di scardinare il cancro delle caste dei politici, dei sindacati, dei giornalisti, dei banchieri, della finanza, delle cooperative fasulle, del business dei migranti, della chiesa cattolica e quindi dei privilegi, della corruzione e della criminalità diffusa.

Un iscritto al M5S



Ecco un estratto dei giudizi sulla proposta di legge Maggi da parte dei pentastellati marchigiani iscritti al Blog di Grillo, i soli che possono vedere questi commenti:

Obiezione di luciano catozzi per l'articolo 1 (16-05-2016 16:55:44)
"Cioe' se ho capito bene state proponendo di togliere 800 Euro lorde da un totale di Euro 10.800 mensili ?? Che cosa state facendo la carità? Ci volete prendere per il culo? Qui fuori c'e' gente che si impicca!!"

Suggerimento di Domenico Bartolini (10-05-2016 18:44:45)
"Mai voi del m5s l'indennità la state prendendo piena o vi riducete qualcosa? I 2.700 + 1.700 li state prendendo tutti o vi riducete qualcosa? Perché se state prendendo tutto e aspettate una legge che riduca qualcosa, e' quello che fanno i politici attuali. Ma a voi chi vi controlla? Avete accumulato qualcosa o avete preso tutto fino a oggi? Provate a farvi queste domande e poi scoprite che avete di diverso dagli altri."

Modifica di Alessandro Antonelli per l'articolo 2 comma 2 (05-05-2016 12:08:14)
"Adeguare il conteggio del risparmio al valore ottenuto in base alla modifica del comma1 dell'art1 prevedendo un rimborso pari a 0,00 euro"

Obiezione di Volodia per l'articolo 1-2 (04-05-2016 00:40:24)
"Vi risulta che i normali cittadini percepiscano tre stipendi differenziati? No, solo uno e spesso parliamo di stipendi tra i 700 e i 1300 euro! E riescono a mantenerci una famiglia, anche se con grosse difficoltà. La cosiddetta "indennità" (nomi altisonanti creati apposta per confondere, intimorire e rendere succubi i cittadini) di 6400 lordi è già di per sé spropositata e offensiva per la gente che fa lavori durissimi e usuranti e arriva si e no a mille euro! Pensate che vi abbiamo eletto per fare dei ritocchini ai vostri stipendi per farci poi un po’ di carità? No, vi abbiamo eletto per scardinare questo sistema parassitario, corrotto e putrefatto! Se non siete capaci di farlo o vi state già accasando in quel porcilaio che sono le regioni, allora dovete andarvene a casa anche voi e subito! Ecco le proposte di un vero Cittadino a 5 stelle: 1) Abolizione di “Indennità di carica”, “Rimborso spese per l'esercizio del mandato” e “Indennità di funzione” per tutti i consiglieri, assessori e presidenti. 2) Stipendio unico netto di 3000 euro, che deve comprendere qualsiasi capitolo di spesa. 3) Nella legge deve essere scritto esplicitamente che i consiglieri sono dipendenti dei cittadini. 3) Nel caso di assenze ingiustificate riduzione proporzionale dello stipendio, fino al licenziamento in caso del superamento di una certa soglia di assenze non giustificate."

Suggerimento di Alvaro Boccolini (29-04-2016 12:04:02)
"… La cosa che abolirei immediatamente sono i rimborsi chilometrici, in quanto ogni privato cittadino deve provvedere di tasca sua e non vedo perchè con il lauto stipendio che percepiscono lor signori no."

Suggerimento di Massimo Tiboni (15-04-2016 11:06:20)
"Io sono per l'abolizione totale delle regioni, sono un carrozzone di costi spaventoso, soprattutto inutili, producono solo debiti. Sono state e sono uno dei grandi problemi della crescita del debito pubblico. Quanto in tutto il paese c'è bisogno di abbassare le tasse per rendere competitive le aziende. che al momento stanno chiudendo tutti i giorni. Aumentano i disoccupati da paura, me compreso che a sessant'anni, non trovo più il lavoro, neanche a gratis. Un'altra urgenza sono le strade, che sono impercorribili, tante frane e buche. in tutta la regione. la sanità un colabrodo, per una visita o un esame, un anno di attesa, queste sono le cose, da parlarne tutti i giorni. Io direi fino alla soluzione del problema. Non andiamo a pagare le bollette a fare la spesa con le chiacciere. Scusami ma io parlerei più di queste cose. Grazie. Ciao."

Suggerimento di pasquale pesci (15-04-2016 09:30:33)
"Al di là della proposta per la ridicola riduzione del rimborso spese che a fronte di una "indennità" quasi da parlamentare non dovrebbe proprio esistere, non potrebbero i ns consiglieri già da subito rinunciarci del tutto? non fate i bisonni

Suggerimento di Pippo (08-04-2016 09:42:05)
"Prendete tutto quanto è per legge, poi Voi consiglieri del M5S tagliatevi metà di quanto riscosso, create un fondo in cui anche cittadini potranno fare donazioni, a questo fondo potranno accedere giovani, persone bisognose e/o in difficoltà ecc. ecc.. Penso che durante il Vs mandato si possa comunque raggiungere un discreta cifra."

Suggerimento di Luca Stefoni (19-03-2016 23:34:04)
"Caro MAGGI la tua proposta fa' ridere, come del resto fate ridere tutti voi consiglieri 5 stelle delle MARCHE non avete fatto che proposte in consiglio regionale che fanno solo che ridere siete la vergogna dei 5 stelle delle MARCHE ma a voi chi vi ha eletto? cosa avete proposto per le persone che come me hanno perso il lavoro a 46 anni? ne siamo in molti , per quanto riguarda la sanità marchigiana che avete proposto ? avete un programma per la sanità marchigiana? siamo al declino dove per avere un esame specialistico tocca aspettare un'eternità, però  ha pagamento lo si può fare dopo una settimana, ma voi del movimento 5 stelle delle marche cosa fate in consiglio regionale? e lo so la poltrona i soldi fanno gola, poi dei cittadine chi se ne frega, bravi."

Suggerimento di Carlo Gobbi (18-03-2016 23:36:37)
"Proporrei che prima di dire l'entità dei tagli sulle varie cifre percepite andrebbe analizzato cosa effettivamente sono. Perchè un'indennità di 6400 €uro? ... è uno stipendio?? credo che un 2500/3000 euro siano più che sufficienti per una persona e per la propria famiglia!..."
 
UAACS
Unione per l’Ateismo Antireligioso e il Comunismo Sovietico
Associazione iscritta all'albo comunale di Jesi dal 1995
(già "Associazione Libero Pensiero Giordano Bruno")
Internet: www.uaacs.it